Clonare il proprio cane

29 01 2009

BioArts, una società americana di biotecnologie

ha messo all’asta la possibilità di clonare il proprio cane

bestfriendsagain.com

erano disponibili 4 posti

non so chi abbia vinto, ne quanto abbia pagato

ma una cosa è certa

a breve questa tecnologia sarà disponibile al pubblico.

una società koreana sta sviluppando tecniche specifiche

per ridurre il costo della clonazione canina e sostiene che

in tre anni riuscirà a rendere il servizio accessibile al pubblico per 50.000 $ / cane

interessante!

clonare il proprio cane [in generale qualsiasi essere vivente, ma le pecore sono

poco interattive (a parte con i sardi)] permetterebbe di studiare quanto

del carattere di un cane è scritto nel suo DNA e quanto, invece, dipende

dall’ambiente/educazione cui è sottoposto [in inglese nature vs nurture].

la disponibilità commericale della clonazione canina [o felina, perchè funziona

anche con i gatti!] sarà uno dei grandi passi di avvicinamento tra la genetica

e il grande pubblico, grazie alle più digeribili implicazioni morali rispetto

all’applicazione delle biotecnologie avanzate alla nostra specie.

lo sviluppo scientifico/tecnologico associato a questa potenzialmente

fruttuosa attività imprenditoriale farà da (ulteriore) spinta per un sempre

più allargato uso della manipolazione genetica, e magari un giorno potremmo

clonare noi stessi e intestarci tutto per quando saremo nuovamente maggiorenni.

potremmo lasciarci un dvd di istruzioni, in cui riassumiamo la nostra

vita, i nostri amori, le nostre aspirazioni e…

questo se la legge permettesse solo la propria clonazione postuma!

se, invece, fosse possibile clonarsi da vivi, le possibilità diventerebbero

ancora più assurde! potremmo allevare una copia di noi stessi

come figlio, al contempo creando/esplorando una nuova branca

della psicologia familiare e del rapporto con se stessi.

potremmo costruire un esercito di noi stessi o qualcun altro

potrebbe farlo.

queste e altre idee da libro di fantascienza diventeranno in

linea teorica realizzabili nell’arco dei prossimi 5/10 anni.

forse dovremmo iniziare a parlarne in modo più strutturato

e razionale, e quindi diametralmente opposto a quello (per

fare un esempio a caso) di paparatzinger, prima di esserne  “travolti”


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: